|  |  |  | 

Branding Strategie di Marketing Web Marketing

Come creare un brand di successo?

img-responsive

Uno dei segreti commerciali del mondo moderno è quello di avere un brand di successo per poter penetrare al meglio all’interno dei sentieri sempre più dinamici che il mercato oggi propone. Non è più sufficiente offrire una buona qualità, ma è necessario anche collegare questa ad un marchio sicuro, affidabile e soprattutto che rimanga impresso nella mente dei clienti.

Azienda e brand

Spesso si tende a confondere l’azienda con il marchio, ma in realtà sono due concetti distinti. Talvolta il brand può coincidere con la ditta, ma sono infiniti i casi in cui questo segue un percorso distinto, al punto che molti lo identificano con l’impresa, anche se in realtà non lo è.

Semplificando il significato di brand, questo viene spesso identificato come fosse un sinonimo di una marca aziendale, anche se è possibile estendere il ragionamento allargando l’analisi a principi correlati.
Il brand è in realtà un marchio, un nome, un simbolo grafico, oppure un mix di questi che distingue ciò che un azienda offre (un prodotto o un servizio) rispetto alla concorrenza.

Cosa significa creare un brand di successo

La prima cosa da fare per creare un brand di successo è capire il tipo di prodotto che si vuol proporre, correlandolo immediatamente ad un target di clientela. Non avrebbe senso scegliere una grafica, un carattere, un colore, se non si ha ben chiaro a chi si desidera vendere il prodotto.
Ciò comporta una conoscenza del mercato di riferimento, che porta a capirne le informazioni e a intuirne le dinamiche. Per tali motivi la creazione di un marchio vincente non può prescindere dalle regole basilari del marketing.

Avere un brand di successo vuol dire riuscire a porre in vendita un prodotto che è riconosciuto dal cliente, il quale è disposto a pagarlo anche più del necessario in virtù di questo marchio, riconoscendone il valore. Il prodotto e quindi il brand, deve avere stretta correlazione con il cliente, in quanto è quest’ultimo (e il suo mercato) che ne determina il successo.

Come realizzare un brand?

Ciò che in realtà parrebbe semplice, potrebbe non esserlo, ma è utile porsi delle domande sulla base di alcuni concetti chiave, prima di creare un brand di successo.

      • Prodotto: cosa si vende? Rispondere a tale quesito risulterà fondamentale per capire come impostare il percorso creativo, per valutare la possibilità di legare il brand ad un solo prodotto oppure ad una linea di prodotti, per analizzare le sfumature della potenziale clientela e per cogliere i segnali del mercato in relazione al settore merceologico in cui ci si propone.
      • L’azienda: come ci chiamiamo? La risposta consente di capire se il nome della propria azienda potrebbe essere sfruttato per creare il brand, per valutare la possibilità di identificazione con esso, oppure se è più propizio staccare nettamente le due cose. Molto dipenderà dall’attività e dal prodotto.
      • Cliente: chi sono i clienti? Leggere le intenzioni dei potenziali clienti con anticipo significa avere una buona conoscenza del mercato e soprattutto capire verso chi orientare la propria campagna di marketing. Il cliente perchè dovrebbe comprare il nostro prodotto? Cosa ricava in più rispetto ad un prodotto concorrente? In tale contesto è più semplice intendere le direttrici su cui sviluppare la propria politica di marketing, sapendo se il mercato preso come riferimento potrà accettare il nostro prodotto e quindi il nostro brand.
      • Immagine: quale sarà la nostra immagine aziendale? Il nuovo brand incrementerà l’immagine aziendale esistente? Ciascuna azienda (e ciascuna persona) gode di un’immagine sul mercato, che altro non è che la risultante dell’insieme di giudizi positivi e negativi che i consumatori e gli attori operanti nel mondo del business hanno di noi. Se questa è positiva ciò potrebbe rappresentare un volano per favorire il lancio del nuovo brand, ma se fosse negativa è meglio che il nuovo marchio legato a quel prodotto corra “staccato” dal nome dell’azienda, beneficiando di una nuova immagine. Sarà proprio il nuovo brand che potrà rappresentare una base per un rilancio aziendale.

Come vendere il brand

Spesso le strategie di marketing portano a vendere non tanto un prodotto, ma il brand, il quale viene proposto al consumatore. Il marchio aiuta infatti a fare business e questo comporta il desiderio di proporre sempre qualcosa di valido, qualitativo e redditizio. Proponendo un marchio si riesce a diffondere nella gente la conoscenza dello stesso, indipendentemente dal prodotto offerto.

Creare un brand di successo significa non solo cercare di identificare un’appartenenza o una proprietà rendendo riconoscibile un determinato prodotto, ma vi è un altro compito altrettanto importante, ossia quello di coinvolgere in prima persona il consumatore.

Come creare dunque un brand di successo? Analizzando le risposte alle domande poste in precedenza, avendo la consapevolezza che spesso è più redditizio promuovere un marchio piuttosto che i singoli prodotti, coinvolgendo il pubblico, emozionandolo e gestendo il tutto in maniera coerente, ma al tempo stesso dinamica.

come-creare-un-brand-di-successo

ABOUT THE AUTHOR

POST YOUR COMMENTS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Name *

Email *

Website